• Home
  • Psicoconsigli letterari a Verona
Le fiabe per…insegnare le regole
“Le fiabe per…insegnare le regole” di E. Maùti, 2016
PSICOCONSIGLIO LETTERARIO DI OTTOBRE 2017

Questo è un libro che nell’ultimo anno ho utilizzato moltissimo nel sostegno alla genitorialità di mamme e papà con bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria.

Nella prima parte l’autore aiuta a tornare a guardare il mondo con gli occhi di un bambino e la favola diventa nel libro un ponte comunicativo che permette ai genitori di far comprendere ai loro piccoli cosa è giusto e cosa sbagliato ed aiutarli nella gestione delle emozioni, in particolare della rabbia e della paura.

Le favole sono suddivise in tematiche chiare e concrete:

  • le regole: devo o non devo?
  • La grande sfida dell’infanzia: la scuola.
  • Pianti, urla e capricci.
  • Le favole per il sonno e il cibo.
  • Favole per pensare.

Mi capita spesso di incontrare genitori di bambini definiti “bravi bambini” ma a volte arrabbiati e capricciosi, che fanno solo quello che vogliono. In quei momenti, i genitori spesso si sentono stanchi, frustrati e incapaci di aiutare il loro piccolo. Questo testo, dà uno strumento ai genitori per avvicinarsi ai normali problemi quotidiani della genitorialità, in modo dolce e piacevole per tutta la famiglia. A volte, anche i fratelli più grandi ascoltano la mamma e il papà che raccontano le fiabe ai fratellini e “ripassano” le regole.

Ogni fiaba ha una tematica, un titolo, una breve spiegazione per i genitori e la favola.

Finora queste favole sono piaciute a tutti i genitori a cui le ho proposte.

Consigliato a: tutti i genitori con bambini di età compresa tra 2 e i 10 anni, educatori e maestri.

Citazioni:

“La sera, quando la mando a lavarsi le mani, dopo essere rientrata a casa “Non serve”, mi rassicura. “E’ sporca solo una. Perché devo lavarle tutte e due?”

“Vale la pena che un bambino impari piangendo quello che può imparare ridendo?”

“La locomotiva lo ascoltò ma appena si fu fermata cadde in un sonno profondo (…) “ciao passaggio-a-livello e grazie del consiglio. Adesso mi sento di nuovo bene, e voglio ricominciare a correre”

“Adesso giochi con noi”, gli dice un amico, ma Riccardo non vuole. Non risponde e non guarda nessuno. E lo sapete perché? La Rabbia l’ha talmente imprigionato, che lui ora non riesce a liberarsene. In fondo a una veccia grotta abbandonata vive Arrabbiosa, la strega più arrabbiata che ci sia….”

“La mamma la guardò stupita: “Hai cambiato idea?”. “Si, devo correre a scuola”. “Bene”, rispose la mamma, “che cosa è cambiato?”. “Ho deciso che da grande diventerò maestra e aprirò una scuola per ragni”.”

Buona lettura!

Dott.ssa Fabiana Zermiani
Psicologa Psicoterapeuta Verona


Psicoconsigli letterari

Scopri il libro del mese

Clicca qui

Dott.ssa Fabiana Zermiani Psicologa Psicoterapeuta
Verona e San Bonifacio

declino responsabilità | privacy e cookies

Iscritta all’all’Ordine degli psicologi del Veneto col n.7864 sezione A dal 16/03/2011
Laurea triennale in Psicologia della personalità e delle relazioni interpersonali, Specializzazione in Psicologia clinico dinamica presso l’Universita degli Studi di Padova
P.I. 04126300237

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2017 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Fabiana Zermiani
© 2017. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.

www.psicologi-italia.it