• Home
  • Articoli ed Eventi a Verona
Cosa aspettarsi da un adolescente Verona
Cosa aspettarsi da un adolescente

Quando parliamo di adolescenza, intendiamo una fase di vita molto complessa, piena di cambiamenti, dove i genitori si trovano a volte a far fatica a trovare la giusta direzione e comprendere i propri figli. Frasi tipiche che sento sono ad esempio “passa dai video di youtube ai cartoni animati”, “mi chiede di tornare a casa sempre più tardi”, “ultimamente chiude la porta del bagno e anche quella della camera a chiave, non capisco che gli succede”.

Andiamo quindi ad individuare alcuni aspetti tipici della preadolescenza e dell’adolescenza, andando ad individuare come questi si possono declinare in aspetti sia positivi che negativi.

1) RICERCA DI NOVITA’: il primo grande elemento che caratterizza gli adolescenti è la ricerca di gratificazioni, la voglia di fare nuove esperienze e vivere la vita più intensamente.

Aspetti positivi: la ricerca di novità porta i ragazzi alla curiosità per la vita e all’apertura ai cambiamenti che stanno vivendo.

Aspetti negativi: il rischio però è che la ricerca di novità possa portare alla ricerca di sensazioni forti. In questo caso c’è la propensione al rischio e il rischio di impulsività senza pensare alle conseguenze.

Ad esempio, ci può essere la voglia di sperimentarsi nell’arte o imparando un nuovo strumento musicale, la voglia di provare il bungee jumping, fino ad arrivare al fare a gara con i motorini o provare una sostanza mai provata prima.

2) COINVOLGIMENTO SOCIALE: altro elemento tipico che caratterizza gli adolescenti è il maggior legame con i coetanei e la nascita di nuovi rapporti amicali

Aspetti positivi: le relazioni di sostegno con i pari creano benessere

Aspetti negativi: i teenager che si isolano dagli adulti mostrano più comportamenti a rischio. È particolarmente importante in adolescenza la presenza di buone figure di riferimento adulte oltre ai genitori, come insegnanti, insegnanti sportivi, animatori.

Per gli adolescenti “gli amici sono la famiglia che ti scegli”, il legame può essere profondo e intimo; ma cosa succede quando l’adolescente avrebbe bisogno di parlare di un problema importante con un adulto ma non si fida di nessuno?

3) MAGGIOR INTENSITA’ DELLE EMOZIONI: dona più vitalità all’esistenza

Aspetti positivi: sentire più intensamente le emozioni riempie di energia e carica vitale gli adolescenti

Aspetti negativi: se l’emotività prende il sopravvento causa ad impulsività, sbalzi d’umore e una reattività accentuata, che può diventare controproducente.

Questa è l’età delle grandi amicizie, dei grandi amori e dei grandi ideali: tutto è grande nel mondo adolescente; ma è anche l’età dove i ragazzi possono passare nel giro di pochi istanti dall’allegria più sfrenata alla tristezza più cupa.

4) ESPLORAZIONE CREATIVA: le nuove capacità di pensiero concettuale e ragionamento astratto consentono di mettere in discussione lo status quo e trovare strategie “fuori dagli schemi”, producendo nuove idee e innovazione.

Aspetti positivi: se si riesce a mantenere l’esplorazione creativa nel tempo, permette di non far emergere il senso di soffocante routine da adulti, coltivando la “straordinarietà dell’ordinario”. È il superamento del senso di noia e la capacità di vivere appieno gli aspetti piacevoli della routine.

Aspetti negativi: la ricerca del senso della vita in adolescenza, può portare a crisi d’identità, vulnerabilità rispetto al gruppo dei pari, disorientamento e mancanza di scopo. (D. J. Siegel, 2014).

Il pensiero concettuale e il ragionamento astratto compaiono in questa fase di vita, motivo per cui si inizia ad esempio a scuola a lavorare con la “teoria insiemistica” e a fare filosofia in questa fase evolutiva e non prima.

Questi sono i quattro aspetti tipici dell’adolescenza e possono essere un primo punto per orientarsi nel cambiamento. È importante vedere se questi cambiamenti vengono poi orientati verso i loro aspetti positivi o negativi.

Dott.ssa Fabiana Zermiani
Psicologa Psicoterapeuta Verona


Psicoconsigli letterari

Scopri il libro del mese

Clicca qui

Dott.ssa Fabiana Zermiani Psicologa Psicoterapeuta
Verona e San Bonifacio

declino responsabilità | privacy e cookies

Iscritta all’all’Ordine degli psicologi del Veneto col n.7864 sezione A dal 16/03/2011
Laurea triennale in Psicologia della personalità e delle relazioni interpersonali, Specializzazione in Psicologia clinico dinamica presso l’Universita degli Studi di Padova
P.I. 04126300237

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento. La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2017 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dott.ssa Fabiana Zermiani
© 2017. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.

www.psicologi-italia.it